mercoledì 20 marzo 2013

Le Oligarchie fanno le prime prove a Cipro

Free Image Hosting at www.ImageShack.usIl "salvataggio" sequestra-conti di Cipro rivela molto della struttura fondamentalmente neocoloniale e neofeudale dell'Eurozona e conferma la resa politica di questa regione alla finanziarizzazione.
Finalmente, l’Europa ha tolto la maschera e dietro le facce malaticce di sovranità, democrazia e libero mercato capitalista, possiamo vedere il vero apparato messo a nudo: l’aristocrazia politico-finanziaria dell'Eurozona che strangolerà i cittadini di ogni nazione per proteggere il proprio potere ed evitare che banche e obbligazionisti paghino per le loro perdite.
Vedi: Il Modello E.U. del Neofeudalismo e della Finanziarizzazione Neocoloniale (24.5. 2012).

Vediamo per punti tutto quello che ci sta rivelando il "Caso Cipro" sul vero stato del potere della politica finanziaria in Europa:

lunedì 18 marzo 2013

Petizione On-Line sui Senatori Coscienziosi a 5 Stelle


Traggo dal link:
PETIZIONE SUI SENATORI COSCIENZIOSI A 5 STELLE
______________________________
A me non interessano le ragioni dei senatori che han votato il neo presidente al senato Pietro Grasso.
Lor signori non sono stati eletti per far valere la loro coscienza, ma per far valere i paradigmi e le istanze del movimento 5 stelle, cui i votanti aspirano.
Se avessi voluto un rappresentante che se ne frega dei propri elettori avrei votato PD e sarei iscritto al PD.
Invece sono iscritto al Movimento 5 Stelle ed ho votato il Movimento 5 Stelle perchè voglio che il sistema attualmente in vigore venga smantellato dalle sue radici, così come noi tutti del Movimento 5 Stelle auspichiamo.

Italia, Cipro e Russia


I ministri delle Finanze dell'Eurozona in cambio di un piano di aiuti per circa 10 miliardi di euro al governo di Nicosia hanno deciso un pesante prelievo sui depositi bancari pari al 9,9% su tutti i depositi superiori a 100.000 euro e del 6,75% per quelli inferiori.

I ciprioti in fila agli sportelli per prelevare contanti ai bancomat!

Quanto è diversa la nostra situazione e quella di altri paesi europei in difficoltà? E' stato scelto un paese piccolo per dare un segnale forte agli altri paesi?

Alla base della decisione pare che "La situazione di Cipro è unica" in ragione del suo "settore bancario ipertrofico".

Domani però sarà la situazione dell'Italia ad essere unica, a causa ad es. della mancanza di governabilità (le scuse, come sappiamo, potrebbero essere infinite).

giovedì 14 marzo 2013

Un Nuovo Piano per l'ITALIA

Image Hosted at www.ImageShack.usIl default sul debito pubblico, la nazionalizzazione delle banche  e un reddito di cittadinanza  potrebbero veramente salvare l'economia italiana?

Beppe Grillo stesso si è sorpreso quando il suo Movimento Cinque Stelle ha ottenuto più di 8.700.000 voti alle elezioni politiche italiane del 24-25 febbraio.
Il Movimento 5 Stelle è oggi il primo partito singolo nella camera dei deputati, dice The Guardian, e questo lo rende l' "ago della bilancia di un parlamento in bilico".
In una proposta basata sulla satira, ha organizzato ogni anno una "V-Day Celebration," dove la "V" sta per il vaffanculo.

venerdì 1 marzo 2013

Il neoliberismo

Friedman vs Keynes
Il neoliberismo è una costola del capitolo globalizzazione, incredibilmente sottovalutata nella storia contemporanea. Nei libri di storia, specialmente nei manuali scolastici, la questione è trattata en passant riferendosi a Ronald Reagan e Margaret Thatcher: i leader conservatori che ai primi anni ottanta hanno introdotto, in politica interna, radicali riforme in senso liberista. In realtà i protagonisti di questa storia, dalle radici profonde e dagli effetti globali, sono molti di più, anche se meno "popolari".

Friederich von Heyek[1] e Milton Friedman[2] per esempio. I guru ideologici di questa dottrina economica. Oppure John Maynard Keynes, il padre fondatore della politica di intervento statale coordinata su scala mondiale che ha dominato la scena della ricostruzione del dopoguerra. Ma anche Augusto Pinochet, il dittatore cileno che l’11 settembre 1973 prese il potere con un golpe sanguinoso, così come fecero pochi anni dopo i generali argentini e i militari in Brasile. La lista può contare anche volti noti per la politica come Boris Eltisn, Carlos Menem e Donald Rumsfield, fino ad arrivare a esponenti dei vertici delle istituzioni finanziarie sovranazionali (BM, FMI, WTO) decisamente sconosciuti per l’opinione pubblica, come Jeffrey Sachs e John Williamson.